Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per l'assistenza e la previdenza integrativa

 Home  Agenzia provinciale per l'assistenza e la previdenza integrativa
 
 
 
 
 
Pagina iniziale

L'Agenzia provinciale per l'assistenza e la previdenza integrativa è stata istituita ai sensi dell’articolo 34 della legge provinciale n. 23/1993 per la gestione di interventi in materia di assistenza e di previdenza integrativa delegati dalla Regione alle Province autonome. Attualmente l'Agenzia gestisce:

a)gli interventi previsti dalle leggi regionali in materia di previdenza integrativa e pacchetto famiglia volti a sostenere la cura e l’educazione dei figli, la copertura previdenziale di alcune categorie di lavoratori e la tutela previdenziale del lavoro casalingo, nonché le rendite previste a fronte di specifiche condizioni connesse con lo svolgimento dell’attività lavorativa;
b) le provvidenza a carattere continuativo in favore dei ciechi civili, dei sordomuti, dei mutilati e degli invalidi civili;
c)i contributi previsti a sostegno dell’attività svolta dagli enti di patronato;
d)gli aspetti amministrativi e contrattuali riguardanti l'applicazione dell'ICEF anche per quanto riguarda le procedure di accreditamento dei soggetti cui affidare l'incarico per la compilazione, l'aggiornamento e la trasmissione per via telematica delle dichiarazioni riguardanti la valutazione della condizione economica familiare e il coordinamento del comitato tecnico di esperti ICEF;
e)gli interventi di sostegno economico volti al soddisfare i bisogni generali delle famiglie (reddito di garanzia);
d)altri interveni individuati nell'ambito del fondo per la famiglia attribuiti con deliberazione della Giunta provinciale.

 

 
Notizie in evidenza
  • 25/09/2018
    SOSTEGNI PREVIDENZIALI A FAVORE DEI COLTIVATORI DIRETTI E ALLEVATORI

    La Giunta provinciale ha fissato dal 1° ottobre al 31 dicembre 2018, i nuovi termini per la presentazione delle domande per:

    a) il contributo regionale a favore coltivatori diretti, mezzadri e coloni, iscritti alla rispettiva gestione dei contributi e delle prestazioni previdenziali, operanti in aziende che si trovano in condizioni particolarmente sfavorite, sulla contribuzione previdenziale che gli stessi sono tenuti a versare ai sensi della legge 2 agosto 1990, n. 233 per l'assicurazione Invalidità - Vecchiaia - Superstiti (IVS);

    b) il contributo regionale a favore dei coltivatori diretti, mezzadri e coloni, nonché ai loro familiari coadiuvanti, iscritti alla rispettiva gestione dei contributi e delle prestazioni previdenziali dell'INPS, operanti in aziende zootecniche che si trovano in condizioni particolarmente sfavorite, integrativo dei versamenti effettuati in un fondo pensione di cui al decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 (Disciplina delle forme pensionistiche complementari).

     
  • E' iniziata la raccolta delle domande per l'assegno unico provinciale relative al 2019. Si rinvia ai documenti sotto riportati per l'esposizione delle novità introdotte dalla deliberazione della Giunta provinciale n. 1309 del 27-09-2018

     
  • La Giunta provinciale ha approvato in data 29 settembre 2017 la disciplina di attuazione dell'assegno unico provinciale previsto dall'art. 28 della legge provinciale n. 20/2016 (legge di stabilità provinciale 2017). Le domande potranno essere presentate già dal 9 ottobre 2017