Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per l'assistenza e la previdenza integrativa

 
 
 
08/03/2021

ASSEGNO UNICO PROVINCIALE - Facilitazione all'accesso per i lavoratori della stagione invernale 2020-2021

La Giunta provinciale ha deciso una modifica della disciplina attuativa dell'assegno unico provinciale per agevolare l'accesso alla quota A alle famiglie dei lavoratori che, nella stagione invernale 2020-2021, non hanno potuto lavorarare o hanno lavorato in misura ridotta a causa dei divieti e delle restrizioni imposte dalla emergenza da COVID-19. L'agevolazione consiste in un ricalcolo dell'indicatore della condizione economica familiare (ICEF) sulla base della situazione reddituale e patrimoniale in cui versa attualmente il nucleo familiare ("attualizzazione").

Requisiti

Nuclei familiari in cui uno o più componenti:

· siano stati lavoratori a tempo determinato, stagionali o somministrati, che nel periodo 1° dicembre 2019 – 29 febbraio 2020 abbiano maturato almeno due mesi (8 settimane) di copertura previdenziale, mediante versamenti previdenziali obbligatori per effetto di attività lavorativa subordinata e che

· che nel periodo 1° dicembre 2020 – 14 febbraio 2021 non abbiano lavorato oppure abbiano al massimo 2 settimane di di copertura previdenziale, mediante versamenti previdenziali obbligatori per effetto di attività lavoratori subordinata;

· e al momento della presentazione della domanda:

- non sono occupati

- non percepiscono pensione

- non percepiscono NASPI o il cui nucleo familiare non sia beneficiario della quota A dell’assegno unico calcolata in base ad una precedente attualizzazione.

Il limite per beneficiare dell'assegno per le famiglie con indicatore ICEF attualizzato passa da 0,16 a 0,18.

 

Presentazione della domanda ed erogazione dell'assegno

L'attualizzazione della condizione economica può essere richiesta dal 15 marzo al 31 maggio, presso i patronati e gli sportelli periferici della Provincia.

L'importo dell'assegno calcolato sulla base dell'indicatore ICEF attualizzato varia da un minimo di euro 150,00 ad un massimo di euro 950,00.

Sarà erogato in tre mensilità, relative ad aprile - giugno ed è cumulabile con il reddito di cittadinanza.

Non sono previsti gli obblighi di attivarsi dal punto di vista lavorativo.

 

 

 

 

 

Calcolo ICEF attualizzato - Redditi

Non sono conteggiati i redditi da lavoro del lavoratore che non ha lavorato o che ha matura al massimo 2 settimane di copertura previdenziale.

Al loro posto sono conteggiate:

- le entrate percepite negli ultimi due mesi e

- i ristori previsti dagli art. 15 e 15 bis del D.L. 137/2020 se già percepiti, ed 2.000 euro a titolo di ristori che si prevede di ricevere entro il 30 giugno 2021(salvo la possibilità di rettificare dopo il 30 giugno in caso di mancata erogazione);

Calcolo ICEF attualizzato - Patrimonio

Dal patrimonio del nucleo familiare si escludono i beni immobiliari diversi dall'abitazione di residenza al di sotto di una franchigia di euro 50.000,00. Sone conteggiati, invece, i canoni di locazione attivi riscossi nei due mesi precedenti. 

Si considera la media degli ultimi tre mesi dei depositi e risparmi e il valore delle altre attività finanziarie risultanti dall'ultima rendicontazione disponibile..

 

 

 

 
Documentazione
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy